Christian Lacroix in bancarotta

da , il

    La crisi economica non guarda in faccia a nessuno. Nemmeno ad uno stilista straordinario come Christian Lacroix. Il designer francese è stato costretto a consegnare i libri in tribunale per accedere alla procedura fallimentare.

    La crisi c’è eccome. Magari meno ad alcuni livelli, ma esiste. Lo sanno bene gli stilisti di alta moda e lo sa altrettanto bene l’eccentrico e geniale stilista francese Christian Lacroix che ha consegnato i libri in tribunale per dare il via alla procedura fallimentare. E’ questione di ore e poi la cortedeciderà se ammettere la società all’amministrazione controllata o liquidarla definitivamente.

    Un piccolo spiraglio rimane, dal momento che gli attuali proprietari, i fratelli americani Leon e Simon Falic, sarebbero disposti a proseguire l’impresa. In questo caso sarà inevitabile un taglio di personale pari a 125 dipendenti. Un grande perdita, ovviamente.

    Ma cosa ha creato la crisi? Pare che la colpa non sia tanto l’alta moda quanto il pret-a-porter, inabissatosi nel 2008 sul mercato americano di ben il 35%.

    Resta in dubbio la partecipazione dello stilista provenzale alle prossime sfilate haute couture di luglio (dal 6 al 9) a Parigi. Il crac della società non dovrebbe far sparire il nome di Christian Lacroix e soprattutto le nostre amate scarpe che vengono gestite dalal società Xclx che sembra essre sana. Sono numerose le attività lanciate negli ultimi anni, anche nei trasporti e nel turismo.

    Foto tratte da www.dellamoda.it