E’ morto Alexander McQueen. Si è suicidato

da , il

    Se ne è andato un grande nome della moda. Alexander McQueen abbiamo imparato a conoscerlo per le sue meravigliose creazioni che hanno conquistato tutti nel mondo. Abiti e scarpe sempre stravaganti, a volte eccessive. In ultimo il celebre modello Armadillo che le modelle si sono rifiutate di indossare perchè pericolose. Altissime, esagerate, pazzesche. Solo Lady GaGa le ha indossate senza battere ciglio. Ma lei è una star che ama farsi notare.

    Alexander McQueen è apparso per l’ultima volta su una passerella durante la settimana della moda milanese dedicata all’uomo. Lo stilista inglese ha deciso di togliersi la vita. Eccentrico, unico, stilista inconfondibile. Ci ha regalato delle creazioni straordinarie durante la sua carriera. E ora non c’è più.

    McQueen è stato trovato morto nella sua abitazione londinese come conferma lo studio di design da lui fondato che dichiara: “una tragica perdita. Al momento non rilasciamo dichiarazione anche in rispetto della sua famiglia“. Sull’Independent britannico si legge la testimonianza degli agenti di polizia, che sono “stati chiamati dall’ambulanza intorno alle 10,20 di questa mattina. Ci chiedevano di intervenire per un uomo trovato morto al suo indirizzo di Green Street W 1“. Sul web si leggono moltissimi rumors riguardo al suo suicidio. Pare si sia suicidato.

    Alexander ci mancherà. Cosi come ci mancheranno le sue estrose creazioni che dall’età di 16 anni ci proponeva con uno stile inconfondibile acquisti durante le sue grandi collaborazioni tra cui quella con Romeo Gigli. E’ stato direttore creativo di Givenchy guidando il gruppo fino all’arrivo di John Galliano, nel 2000. Da allora firmava per Gucci e ha continuato a collaborare con grandi firme della moda.

    Ora non ci resta che augurargli buon viaggio!