Ferragamo, lo stivale per il re del Bhutan

da , il

    Uno stivale davvero regale. La nota maison che prende il nome dal designer Salvatore Ferragamo ha creato un paio di stivali tradizionali bhutanesi per il nuovo re del Paese, Jigme Khesar Namgyel Wangchuck.

    Il marchio deve tutto al suo fondatore, designer di calzature che fondò l’azienda nel 1927 a Firenze. Da allora Salvatore Ferragamo ha esportato il made in Italy in tutto il mondo. Divenne popolare anche a Hollywood dove portò con successo le sue calzature fatte a mano, uniche, belle e soprattutto comode. Gli Stati Uniti non sono stati l’unico Paese ad apprezzare le scarpe Ferragamo. Salvatore ha realizzato calzature su misura anche per importanti personalità politiche, come per esempio i Duchi di Winsor, la Principessa Maria Jose Coburg, Eva Peron, membri delle famiglie reali di Spagna, Danimarca, Svezia, Gran Bretagna e Giappone, oltre ad Audrey Hepburn, Marilyn Monroe e Sofia Loren.

    Quindi non stupisce che la maison si sia cimentata in questo paio si stivali che al gusto occidentale potrebbero apparire un po’ esotici e strani, ma che sono in perfetto stile tradizionale del Bhutan. Un omaggio dunque al neo re del Paese, incoronato un mese fa con con il rango di Druk Gyalpo (Re Dragone).

    Durante la cerimonia, svoltasi presso la Tashichho Dzong, una fortezza del diciassettesimo secolo dalle mura bianche, Jigme Khesar Namgyel Wangchuck indossava il tradizionale abito maschile del Bhutan lungo fino al ginocchio, insieme al paio di stivali alti fino al ginocchio realizzati artigianalmente da Ferragamo. Le scarpe erano anche abbellite da applicazioni in seta colorata che raffiguravano il dragone, simbolo di potere e nobiltà.