L’autre Chose 50 anni di tradizione

da , il

    A dispetto del nome dai richiami francesi, L’autre Chose è in realtà un marchio italianissimo.

    Nasce infatti dall’esperienza della ditta Boccaccini, che a partire dal 1959, si espande nell’ambiente calzaturiero marchigiano.

    Nata come piccola azienda a gestione familiare, la Boccaccini si è però da subito distinta per l’ampio utilizzo di materiali considerati negli anni 60 e 70 , all’avanguardia: pelle di struzzo, pitone, coccodrillo.

    Questo stare al passo con i tempi, ha permesso al marchio di farsi conoscere anche oltreoceano, basti pensare che la catena americana Barney’s è stata sua prima compratrice.

    Da quel momento in poi, l’autre chose ha lavorato con i più importanti marchi mondiali, come Patrick Cox, Martin Margiela e Alexander McQueen, affermandosi definitivamente.

    Un ulteriore svolta nella scalata al successo, la si è avuta nel 2005, quando oltre alle consuete calzature, la maison ha iniziato a produre anche una linea di abbigliamento che le accompagnasse.

    Quest’inverno, l’Autre Chose punta sul camoscio e sul pitone che utilizza in particolare per gli stivali; le forme che predilige sono scarpe dal tacco a banana e dalla punta fina, insieme al classico peep-toe.

    I modelli, oltre che nella photogallery, potete ammirarli nel sito web ufficiale!