La sfilata cartoon di Moschino

da , il

    Ironico, originale e dissacrante: da sempre le collezioni di Moschino si distinguono per quel toccco esagerato e ironico. E’ questo il caso della collezione primavera estate 2009.

    Uno stile cartoon con zeppe e platform esasperati e dai colori pastello: rosa, blu e verde; la donna Moschino svetta su trampoli da più di 14 cm.

    Se vi piacciono vi consiglio di allenavi un po’ prima di indossarli: eviterete così cadute rovinose per il vostro fisico e brutte figure.

    Questi pezzi mi fanno venire in mente una Minnie dei tempi moderni, con punta tonda e linea panciuta e sinuosa; le zeppe-platform, ispirate da un’atmosfera da cartoon, hanno anche un piccolo plantare aggiuntivo che bilancia l’appoggio a terra della scarpa, studio degno di un architetto!

    L’attuale direttore della maison, Rossella Jardini, negli anni ha saputo interpretare e continuare la linea di Franco Moschino, il fondatore della griffe, caratterizzata da un’originalità ludica, surreale e mai troppo seriosa che segue perfettamente la lezione dell’avanguardia dadaista.

    Infine, sempre sull’ onda dello stile da favola e surreale, l’ultimo progetto di Moschino prevede nel 2009 l’apertura a Milano di un design hotel che, per volontà di Rossella Jardini e del suo team creativo, sarà orientato allo stile contemporaneo. Sarà un Hotel di lusso con 54 camere e 15 suite, distribuite su quattro piani. Ogni camera avrà un look unico, ma, sarà collegata alle altre attraverso il tema di una favola surreale. Non ci resta che attendere l’inaugurazione!