News: scarpe “strane” di design

da , il

    Abbiamo visto tante volte sulle passerelle delle scarpe strane, particolari, estremamente originali, la maggiorparte delle volte assolutamente impossibili da portare. L’esempio che più viene alla mia mente sono le Armadillo del compianto Alexander Mc Queen, scomode e a dir la verità, anche poco armoniose. In questo articolo vi mostro alcuni modelli creati da designer o da stilisti. Ovviamente sono “chicche” da vere shoes addicted, e ovviamente dubito che finiranno nella scarpiera di una di noi.

    Forme e materiali innovativi, per deliziare ( o no) gli occhi delle shoes addicted, magari facendole sognare di avere l’occasione della vita in cui indossare uno di questi modelli. Particolari e accattivanti, devo dire, come sempre, al limite tra arte e moda, ma a volte anche scarpe veramente brutte.

    Il legno si sostituisce al pellame, e le scarpe di Andrea Chaves vengono ricoperte di micro boxes, mentre Osman Yousefzada utilizza il legno per sorreggere la scarpa, in un bizzarro tacco-zeppa.

    Mathieu Missiaen invece utilizza cartoncini colorati per delle décolletés arlecchino, fatte di tanti triangolini che ricordano i giochetti dell’infanzia.

    Elegantissime nella loro particolarità le décolletés di Nicholas Kirkwood, con una luce all’interno del tacco, forse l’unico modello tra questi realmente indossabile.

    Per Scherer Gonzalez i sandali diventano dei vasi portafiori, così primaverili. Ma la mia preferenza va di certo alle candy shoes di Belma Arnautovic, delle décolletés porta caramelle. Divertenti, colorate e spiritose.