Scarpe a punta: il ritorno della tendenza [FOTO]

da , il

    Le scarpe a punta sono diventate nell’ultimo anno uno dei trend ormai irrinunciabili, protagoniste di tutte le collezioni primavera estate 2013 dei grandi marchi e stando anche alle ultime sfilate, delle collezioni autunno inverno 2013-2014. Che si tratti delle più classiche dècolletès a punta stretta in stile ani ’50, di slingback più bon ton, di mary jane, ankle boot o stivali, le punte strette tornano di gran moda in questo periodo e condizionano inevitabilmente scelte di look e tendenze. Vediamo insieme quali sono i modelli più caratteristici.

    Sono davvero tanti i brand che hanno scelto di inserire nelle loro recenti collezioni modelli di scarpe a punta. A rilanciare questa moda in realtà è stato Prada, molto abile nel proporre nella sua collezione 2012 tantissimi modelli di pumps a punta in tonalità pastello. La forma è stata poi ripresa da tutti gli altri brand, fino a diventare quest’anno un must have senza paragoni. Oltre a ritrovare la forma nella nuova collezione Prada, essa è presente nella linea proposta da Casadei, da Louis Vuitton e ovviamente da Christian Louboutin.

    Lo shoe designer francese è uno dei più fedeli al modello, dato che le sue scarpe di punta restano una stagione dopo l’altra le ormai iconiche Pigalle, nelle versioni con tacco 10 o 12 e anche nelle varianti Spikes con borchie, dècolletès a punta stretta che continuano a comparire puntualmente sui red carpet e sui set dei serial americani ai piedi delle celebrity più chic.

    Quest’anno però uno dei grandi protagonisti nel campo delle scarpe a punta è Louis Vuitton, che ha voluto una collezione molto bon ton il cui cuore sono dècolletès con tacco gattino e soprattutto slingback in diverse fantasie e spesso in color block, ma sempre a punta stretta. Anche Cesare Paciotti ha adattato questo tipo di forma soprattutto a modelli di mary jane con tacco alto e cinturino alla caviglia, in toni classici come il nero e il bianco.

    Gucci ha scelto la punta stretta per diversi modelli di ankle boot con tacco stiletto in vernice, mentre Prada è tornato ad adattarla a dècolletès con tacco alto e con tacco metallico di un paio di cm, così come alle più classiche slingback. Impossibile non menzionare le BB di Manolo Blahnik, sempre a punta stretta da ancora prima che la forma diventasse un dictat.

    A punta stretta sono pensati anche molti dei modelli di calzature per la prossima stagione fredda, dagli stivali Versace alle mary jane con fascia alla caviglia di Salvatore Ferragamo. Voi cosa ne pensate? Pro o contro?