Scarpe Balenciaga: la storia del designer spagnolo

da , il

    Come è nato il brand Balenciaga? E’ bello scoprire la storia e il percorso dei grandi designer che oggi conosciamo per le loro creazioni ma che spesso partono da lontano e hanno una storia ricca di eventi e scelte che ne hanno delineato il percorso stesso. Nel caso di Balenciaga tutto è iniziato nel 1918 quando Cristobal Balenciaga ha letteralmente sconvolto il mondo dell’alta moda aprendo il suo primo studio a San Sebastian, in Spagna. Da li a poco avrebbe poi aperto altre due sedi a Madrid e a Barcellona. Risale al 1937 il trasferimento nella sede parigina, al numero 10 di Avenue George V, dove ancora oggi si trova il primo negozio monomarca del brand.

    La storia di Balenciaga ci dice molto delle sue creazioni. Pensate solo che da subito è diventato una vera istituzione per gli stilisti e un punto di riferimento importante per l’alta moda. Christian Dior, addirittura, lo soprannominò “Il Maestro di tutti noi”. Vi lasciamo immaginare il vuoto lasciato da Cristobal Balenciaga nel 1972 con la sua morte. Furono i nipoti a gestire l’attività in un primo momento ma poi segue Jacques Bogart.

    In pochi sanno che nel 2001 l’azienda Balenciaga è stata acquista dal gruppo Gucci. E da allora è partito un nuovo percorso e una nuova storia ma di certo sempre tenendo presente quale fosse il passato di questo straordinario brand. Oggi, Balenciaga viene spesso accomunato ai concetti di eccesso e sperimentazione. In passerella il brand ama stupire con scarpe che sembrano il frutto di grandi studi di architettura piuttosto che di alta moda. A dettarne le forme è il direttore creativo Nicolas Ghesquiere, allievo di Jean-Paul Gaultier, che oggi è noto nel mondo fashion come “il Picasso della Moda”.

    A lui, quindi dobbiamo le ultime creazioni del brand. Alcune le poteta ammirare nella nostra gallery.