Scarpe Bally: storia del brand svizzero

da , il

    Tra i brand più seguiti di questo blog figura Bally, azienda svizzera che da sempre produce scarpe di altissima qualità con una produzione esclusiva e mai di serie. Il marchio Bally nasce nel 1847, moltissimi anni fa, grazie allo svizzero Carl Franz Bally che rileva, insieme al fratello, una fabbrica di elastici e bretelle. Qualche anno dopo si reca a Parigi per lavoro e resta affascinato da un paio di scarpe che decide di comprare e regalare alla moglie. Donna fortunata! Si può dire che cosi è iniziata la carriera nel mondo della calzatura di Bally.

    Dopo essere stato ammaliato da un paio di scarpe, infatti, Bally decide di radunare alcuni calzolai locali e di dare inizio ad una prima produzione di scarpe. Prima fonda una società con il fratello e poi decide di mettersi in proprio con la C.F. Bally. Tutto parte con una produzione pressochè casalinga ma ben presto diventa un’azienda a dimensione manifatturiera che impiega più di 500 operai. Nel frattempo il figlio di Bally parte per gli Stati Uniti e per il Regno Unito e importa da li le più innovative macchine di produzione.

    Sono bastati pochi anni affinchè Bally diventasse un colosso del settore. E’ diventato celebre per la precisione tipicamente svizzera, per l’impiego di materiali di alta qualità e per la produzione esclusiva. Oggi esistono nel mondo circa 200 store del marchio e le sue calzature vengono apprezzate soprattutto per la pelle morbida come se fosse tessuto e per la sapienza sartoriale.

    Nella galleria qualche modello di scarpe di Bally.