Scarpe Christian Dior, la collezione Autunno/Inverno 2012-2013 alla Paris Haute Couture [FOTO]

da , il

    Grande attesa oggi per la prima sfilata di haute couture targata Christian Dior e realizzata dal nuovo direttore creativo del post-Galliano, Raf Simons. In passerella durante questa seconda giornata di sfilate della Paris Haute Couture, lo stilista ci ha mostrato la sua idea di eleganza e ricercatezza con una linea di calzature dedicate alla prossima stagione fredda autunno inverno 2012/2013 che ha un solo imperativo: pumps a punta stretta. Ovviamente, si tratta di modelli meravigliosi che completano outfit da sogno davvero molto belli. Diamo loro uno sguardo nel dettaglio.

    Non sarà stato facile per lo stilista venire dopo nomi illustri come quello di Versace che ieri sera inaugurava i quattro giorni di sfilate di alta moda a Parigi con una linea di pumps irresistibili, originalissime nella forma e decisamente glamour.

    L’idea da perseguire da Dior era quella dell’eleganza, per cui si è scelto di valorizzare in particolare un modello di scarpe classico, tornato prepotentemente di moda quest’anno: le dècolletès a punta stretta. Il modello è stato poi declinato in diversi colori e materiali, impreziositi da inserti gioiello e soprattutto da tacchi molto caratteristici, sporgenti verso l’esterno.

    Tra le varianti più belle troviamo dècolletès in suede nera con petali di seta e inserti gioiello, dal tacco stiletto di 10 cm e fascia dall’andamento asimmetrico che abbraccia e assicura il collo del piede. Alle dècolletès scollate nella forma ormai evergreen, Christian Dior alterna varianti con listini dalla forma a V che risalgono il collo del piede da un lato e raggiungono la caviglia dall’altro, pensati con originaissimo tacco ripiegato verso l’esterno.

    Le pumps sono declinate nei colori classici legati all’eleganza quali il nero e il bronzo, ma anche nelle vesioni dorate e in toni pastello di rosa e magenta, per arrivare poi ai tocchi più eccentrici nei modelli in color block, dotati di slingback dietro il tallone, punta e tacco in tessuto e inserti in pvc trasparente in toni pastello di giallo a contrasto con il blu cobalto della tomaia.

    Forme anche più particolari nascono dalla fusione tra il modello della dècolletès e quello della mary jane, modelli con rigorosa punta stretta, dotati di listino che circonda l’arco delle dita e slingback doppio dietro il tallone, a creare un effetto strutturato e scultoreo davvero singolare.

    Una linea che gioca sul filo del sacro e del profano quella che Raf Simons ha voluto per Christian Dior, date uno sguardo ai modelli in passerella, a voi è piaciuta?