Scarpe Hussein Chalayan, i tacchi scultura

da , il

    Lo stilista turco-cipriota Hussein Chalayan non finisce mai di stupire. Per la prossima primavera estate 2009 infatti propone tacchi scultura degni di un architetto.

    I tacchi presentati infatti sembrano quasi dei ramoscelli un po’ curavati e molto originali. No, tranquille, non si spezzano, anche se in effetti questa è un po’ l’impressione che danno.

    Completano un sandalo quasi minimal con plateau sul davanti e fasce di pelle a trattenere il piede. Che siano comodi ho i miei dubbi ma piaceranno comunque alle fans dello stile concettuale e non convenzionale dello stilista.

    L stilista, venerato dalle stylist più attente, nasce a Nicosia nel 1970, si trasferisce a Londra all’età di 12 anni dove si laurea alla Central Saint Martins school, fabbrica di numerosi talenti del mondo della moda.

    Grande il successo e la curiosità per la sua prima sfilata: presentò infatti vestiti che erano stati sotterrati nel giardino di un amico per quindici giorni creando così la moda del vintage e facendo un vero e proprio elogio dell’imperfezione.

    Con queste premesse è facile intuire come mai i suoi abiti siano stati esposti in vari musei: dalla Tate Modern, al Victoria & Albert Museum, al Kyoto Costume Institute, al Musée de la Mode de Paris e al Groninger Museum in Olanda.

    Se amate colori baby, paillettes e lustini questa decisamente non è la moda che fa per voi. Ma se, al contrario, il vostro stile si basa su una costante ricerca e innvovazione non potrete non amare questo artista eclettico e misterioso.