Sergio Rossi presenta il tacco psycho

da , il

    Giochi d’ombra proiettati sulla pelle, tacchi Psycho, curve incisive. Queste le caratterische delle creazioni di Sergio Rossi per il prossimo inverno 2010. Sandali e stivali in prima linea.

    “Tensione. Alta tensione. Giochi d’ombra proiettati sulla pelle. Curve incisive per una femminilità decisa. Tacco Psycho. Tacco Ellipse. Tacco Acuto. Nero totale e camaleontico, che scandisce lo scorrere del tempo assoluto, ventiquattro ore della vita di una donna. Nero assoluto, vitellini rifiniti al vegetale o pitone irreale dove le lavorazioni svelano un’artigianalità magistrale ed inflessibile, che definisce nei minimi dettagli i caratteri di un’identità riaffermata: linea, movimento, ricerca” cosi viene definita la collezione autunno/inverno 2010 di Sergio Rossi.

    Dei veri sogni che prendono forma nella purezza della linea, in una sapiente composizione di tagli, punte e volute, come sospesi. I disegni di Francesco Russo evocano tracce di oggetti nello spazio. Fortissime le illusioni surrealiste e le curve anatomiche che ricordano le Veneri di Carlo Mollino o i nudi di Man Ray.

    Il designer Francesco Russo rompe gli schemi e li ricompone in una sorta di mosaico dove Audrey può ritrovare le sue ballerine ed Emma Peel i suoi stivali, ma entrambi poeticamente sublimati. Le forme sono fluide e le finiture laccate ad effetto grafite. Ma gli occhi sono puntati sul tacco in stole Psycho. Come quello a spirale in acciaio inox forgiato a 1200 gradi in un’officina e poi rivestito di strass. Al piede, si trasforma in un serpente di luce.