Tod’s dice addio a Dorino Della Valle: morto il fondatore del gruppo

da , il

    MORTO PADRE DIEGO DELLA VALLE, FONDO' AZIENDA FAMIGLIA

    Il gruppo Tod’s dice addio al suo fondatore, quel Dorino Della Valle che ha trasformato l’azienda di famiglia in un vero e proprio impero della moda, aiutato anche dai figli, Diego e Andrea, che guidano magistralmente il fashion brand. L’uomo, che ha ereditato la passione per le scarpe dal padre Filippo, fondatore dell’azienda a conduzione famigliare, lascia, oltre alla moglie, ai due figli imprenditori e ad un’altra figlia, anche un’industria fashion e luxury che si trova ai vertici del settore glamour internazionale, grazie ai tantissimi brand che fanno parte del circuito.

    Dorino Della Valle era nato nel 1925 nelle Marche: è morto ieri, 27 marzo 2012, all’età di 87 anni. Da tempo soffriva di una grave malattia, ma non per questo aveva rinunciato ai suoi giri quotidiani in fabbrica, per controllare che tutto fosse perfetto. Si è spento nella sua casa di Casette d’Ete, paese del sud delle Marche al quale la sua famiglia, la sua attività imprenditoriale e la sua azienda di moda è strettamente legata.

    Si deve proprio a lui la costruzione di un grande impero, a partire da una semplice azienda di scarpe a conduzione famigliare, in un gruppo potente e amato in tutto il mondo, che oggi comprende oltre al marchio principale Tod’s, anche i brand Roger Vivier, Fay e Hogan. L’imprenditore marchigiano da tempo era aiutato dai figli, Diego e Andrea, che avevano preso le redini del calzaturificio tanto amato dalle star di tutto il mondo.

    Il marchio Tod’s, infatti, ha origini ben lontane: Filippo Della Valle avviò una fabbrica di scarpe a Casette d’Ete negli anni Venti. Poco dopo fu il figlio, Doro, a prendere le decisioni, lasciando l’azienda nel paese dove la famiglia viveva. E la fabbrica si trova ancora lì anche oggi che, dopo la svolta luxury degli anni Settanta e l’ingresso in azienda dei figli Diego e Andrea, che hanno portato il gruppo ad essere un brand del lusso a livello internazionale, non è più un calzaturificio di famiglia, ma un vero e proprio impero riconosciuto e amato in tutto il mondo.

    Dorino Della Valle, nonostante il successo internazionale del suo marchio, era rimasto l’uomo gentile, garbato di sempre, molto legato alle sue origini e al suo paese, Casette d’Ete: in paese tutti ricordano i suoi look, spesso accompagnati da capi e accessori declinati in bianco, nei quali non mancavano mai cappello e bastone. Era solito recarsi ogni giorno in fabbrica per controllare la qualità dei pellami e il prodotto finito, che spesso affidava nelle mani (o dovremmo dire nei piedi?) dei suoi amici, perché ne testassero la comodità, la robustezza e la resistenza. Un uomo d’altri tempi, con un senso degli affari davvero unico, che ha trasmesso anche ai suoi figli, che oggi, brillantemente, conducono l’azienda.

    I funerali di Dorino della Valle verranno celebrati in forma privata nella mattinata di giovedì, mentre la camera ardente è già stata allestita in queste ore all’interno della sua azienda, dove la sua famiglia, operai della sua fabbrica compresi, potranno dargli l’estremo saluto.

    Il brand, che a settembre saluterà anche il suo stilista Derek Lam, vista la naturale scadenza del suo contratto, dice addio per sempre ad un grande uomo italiano!